Finanziamenti per start up e imprese

“Cultura Crea” sostiene la nascita e la crescita di iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell’industria culturale-turistica che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. La domanda si presenta solo online.

“Cultura Crea” è l’incentivo che sostiene la nascita e la crescita di iniziative imprenditoriali e no profit nel settore dell’industria culturale, creativa e turistica, che puntano a valorizzare le risorse culturali del territorio nelle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.
È promosso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact) per sostenere la filiera culturale e creativa delle regioni interessate e consolidare i settori produttivi collegati, rafforzando la competitività delle micro, piccole e medie imprese in attuazione del PON FESR “Cultura e Sviluppo” 2014-2020 (Asse Prioritario II).
Le risorse finanziarie stanziate ammontano a circa 107 milioni di euro. È prevista una dotazione aggiuntiva di 7 milioni di euro.

Ambiti di intervento
• Startup – per la nascita di nuove imprese di micro, piccola e media dimensione della filiera culturale e creativa
•  Imprese consolidate – per la crescita e l’integrazione delle micro, piccole e medie imprese della filiera culturale, creativa, dello spettacolo e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici
• Imprese sociali – per sostenere i soggetti del terzo settore nelle attività collegate alla gestione di beni, servizi e attività culturali, favorendo forme di integrazione

I vantaggi per l’impresa
Finanziamento agevolato a tasso zero e contributo a fondo perduto sulle spese ammesse, con una premialità aggiuntiva per giovani, donne e imprese con rating di legalità.
Gli incentivi, concessi nell’ambito del regolamento de minimis, possono coprire fino all’80% delle spese totali, elevabili al 90% in caso di premialità.

Presentazione delle domande
Le domande possono essere presentate esclusivamente online.
L’incentivo è gestito da Invitalia, che valuta i business plan, eroga i finanziamenti e monitora la realizzazione dei progetti d’impresa.
Lo sportello è aperto e le domande di finanziamento sono valutate, entro 60 giorni, secondo l’ordine cronologico di arrivo.
Per richiedere le agevolazioni è necessario:
1. registrarsi ai servizi online di Invitalia indicando un indirizzo di posta elettronica ordinario
2. una volta registrati accedere al sito riservato per compilare direttamente online la domanda, caricare il business plan e la documentazione da allegare
Per concludere la procedura di presentazione della domanda è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC).
Le modalità di presentazione, i dettagli sugli incentivi e i criteri di valutazione sono descritti nella Direttiva Operativa n.55 del 20/07/2016.

A chi è rivolto
“Cultura Crea” si rivolge alle micro, piccole e medie imprese dell’industria culturale e creativa, inclusi i team di persone che vogliono costituire una società, e ai soggetti del terzo settore che vogliono realizzare i loro progetti di investimento in Basilicata, Campania, Puglia, Calabria e Sicilia (destinatarie dell’intervento PON 2014-2020 Cultura e sviluppo).
In particolare:
– l’incentivo per la “Creazione di nuove imprese nell’industria culturale” finanzia:
• team di persone fisiche che vogliono costituire una impresa, purché la costituzione avvenga entro 30 giorni dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni.
• le imprese costituite in forma societaria da non oltre 36 mesi, comprese le cooperative
– l’incentivo per lo “Sviluppo delle imprese dell’industria culturale” finanzia:
• le imprese costituite in forma societaria da non meno di 36 mesi, comprese le cooperative
– l’incentivo per il “Sostegno ai soggetti del terzo settore dell’industria culturale” finanzia imprese e soggetti del terzo settore. In particolare:
• ONLUS
• imprese sociali
Normativa Cultura Crea
• Decreto di rettifica della Direttiva Operativa n.55 del 20 luglio 2016 – operativo a partire dal 12 giugno 2018
• Decreto 11 maggio 2016 – Ministero dei Beni culturali
• Direttiva operativa n. 55 del 20 luglio 2016 – Ministero dei Beni culturali
• Direttiva operativa – Allegato 1
• Direttiva operativa – Allegato 2
• Direttiva operativa – Allegato 3
• Regolamento de minimis
• Regolamento dimensione aziendale
• Disciplinare per il calcolo del rating
• Accordo con Abi per i conti correnti vincolati
Per maggiori informazioni seguire il link https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/creiamo-nuove-aziende/cultura-crea e/o rivolgersi allo Sportello InfoPoint Finanziamenti Europei attivo presso il Tribunale di Patti dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30.